Responsive image

Mamme felici con il metodo sticazzi

Carla Ferguson Barberini

Zelig
2019, pp. 160, 14x21

ISBN: 9788893233309
€ 16,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 16,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

Non giudicarti.
Non giudicare le altre madri.
Detesta la società in cui vivi con il sorriso.
Scegli un solo motivo di nervosismo alla volta.
Abbandona i modelli e le regole,tutte tranne queste.
… E se non riesci ad applicarle, stai tranquilla, la risposta è sempre quella: Sticazzi.


«Molte lettrici troveranno se stesse tra queste pagine, se stesse come sono, come sono state prima di far propria la dottrina, se stesse come vorrebbero essere e diventeranno, applicando poche semplici regole al quotidiano essere (o non essere) madri. Altre lettrici, prossime all’esperienza, si toglieranno ogni dubbio su come sia il caso di affrontarla, su quante e quali pesanti ataviche condanne di genere debbano nettamente rifiutare prima di procreare. A tutte voi, benvenute».
Carla Ferguson Barberini

Questo libro è dedicato a tutte le donne: quelle che devono sopravvivere alla prova di forza della maternità e quelle che la fuggono come la peste. Le prime dopo aver sostenuto l’impresa di mettere al mondo un altro essere umano non devono far altro che preoccuparsi della sua sopravvivenza e della sua felicità, al costo della propria. Lavorano, curano la casa e le incombenze quotidiane, guidano, attraversano di corsa la città, tengono i rapporti sociali e… sensuali, tra una visita al pediatra, una poppata, un gruppo Whatsapp dei genitori e l’ennesima, maledetta festa di compleanno. Le seconde sono schiacciate dal peso del giudizio: non madri, cattive persone, avide ed egoiste, invecchiate e indurite dall’assenza di cubotti colorati e perpetui vagiti nel proprio ordinatissimo appartamento per soli adulti. E peggio se non sono accoppiate, in tal caso l’onta si fa completa, la ferita ufficialmente insanabile. Con questo nuovo Metodo Sticazzi madri e non madri potranno finalmente entrare nella modernità a testa alta, imparando a difendersi e divertirsi, nonostante tutto e tutti, con il sorriso sulle labbra.