Responsive image
Alessandra Ferretti

SARS-CoV-2 Imparare dal virus

Opportunità e criticità per l'oncologia di domani

La scienza vivente
2020, pp. 112, 14x21 cm

ISBN: 9788893233798
€ 12,00
Acquista da Acquista da Acquista da
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

In Italia l’emergenza Covid-19 si è rivelata una tragedia in termini di perdita di vite umane e un’esperienza fortissima quanto a mobilitazione di forze e risorse. Come tale ha fatto emergere con prepotenza tutte le criticità – e, a volerla “sfruttare”, le opportunità – che il nostro Servizio Sanitario Nazionale da qui in avanti non potrà più ignorare. Con “criticità” intendiamo, tra gli altri, debolezza del territorio, separazione di modello sociale e biologico della malattia, mancanza di una progettualità centralizzata, obsolescenza di un certo fordismo sanitario, investimenti ancora troppo deboli in sanità e ricerca e penuria di sostenibilità. Gli ospedali italiani hanno governato l’epidemia Sars-CoV-2 con le risorse che avevano a disposizione e sono riusciti nell’impresa più ardua: fronteggiare l’emergenza garantendo la continuità delle cure ai malati cronici e/o acuti. Ecco allora che il bisogno è diventato “opportunità” e ha permesso di (ri-)scoprire strumenti come la telemedicina, sistemi di snellimento in un’ottica di ottimizzazione e pratiche di riallocazione delle risorse. Per raccontare tutto ciò abbiamo intervistato sei Direttori di Oncologia Medica e uno di Ricerca Traslazionale di altrettanti ospedali tra i più riconosciuti in Italia: il Policlinico Humanitas Gavazzeni di Bergamo, l’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, il Policlinico San Matteo di Pavia, l’Istituto Nazionale Tumori di Milano, l’Istituto Oncologico Veneto di Padova, il Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma e l’Istituto Nazionale Tumori di Napoli. Se è vero che le epidemie globalizzate rischiano di far parte della storia del futuro, è anche vero che siamo ancora in tempo per farci trovare pronti.

Autore

Alessandra Ferretti

Giornalista, è laureata in Scienze Politiche all’Università di Bologna, ha conseguito il Master in Politiche europee e il Dottorato di ricerca in Storia contemporanea. Ha lavorato all’Istituto storico italo-germanico di Trento e all’Institut für Zeitgeschichte di Monaco-Berlino. Ha iniziato a collaborare fin da giovanissima con «il Resto del Carlino» di Reggio Emilia, per proseguire poi anche in diversi quotidiani e riviste nazionali e internazionali su temi di economia, agroindustria e sanità. Dal 2001 scrive per il Gruppo Sole 24 Ore, dove oggi si occupa in particolare di tematiche mediche per le pagine specialistiche di Sanità 24.

Recensioni