Responsive image
Beppe Lopez

Matteo Salvatore

L'ultimo cantastorie

Storie e Personaggi
2018, pp. formato liquido, epub

ISBN: 9788893232814
€ 9,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

Carisma, tormenti e segreti dell’Omero di Apricena, l’analfabeta che divenne grande poeta popolare.

Una vita burrascosa, trionfale e infelice.

La verità sulle origini dei suoi canti più celebri e sull’assassinio della sua partner Adriana Doriani.


Le parole di Matteo noi dobbiamo ancora inventarle.
Italo Calvino

È stato definito “l’unico vero cantastorie italiano”, “un profeta”, “l’ultimo grande poeta popolare, da studiare nelle scuole”, “l’Omero dei diseredati”.
Dagli storici della musica e da Lucio Dalla era considerato il capostipite dei cantautori italiani. Lo hanno paragonato ai grandi di tutti i tempi: da Atahualpa Yupanqui a Simon Diaz, da Bob Dylan a Woody Guthrie, da Leonard Cohen a Johnny Cash.
Considerato un Maestro e amato da intellettuali e cantautori, vecchi e nuovi – da Italo Calvino a Pierpaolo Pasolini, da Giovanna Marini a Eugenio Bennato, da Pino Daniele a Daniele Sepe, da Otello Profazio a Teresa De Sio, da Goffredo Fofi a Moni Ovadia, da Renzo Arbore a Vinicio Capossela – ha avuto una vita rocambolesca, miserabile e fortunata, trionfale e tragica.
Lui è Matteo Salvatore: “portatore” ed esecutore straordinario di un centinaio di melodie “popolari”, legate al mondo dei braccianti, dei diseredati, degli ultimi.
Nato ad Apricena in provincia di Foggia, analfabeta rimasto tale per tutta la vita, Salvatore fu un musicista sublime e allo stesso tempo un uomo istrionico, un imbroglioncello. Fu anche protagonista di un femminicidio. Nel 1973 uccise la sua compagna e “seconda voce”: un caso da prima pagina per i giornali dell’epoca.
Il libro di Beppe Lopez non è solo la biografia che ancora mancava nella storia scritta del Novecento italiano. È una sorta di giallo, un’indagine alla scoperta delle tante verità nascoste o travisate della vita di Salvatore, dall’origine dei suoi canti più celebrati all’omicidio della partner Adriana Doriani.
Su ambedue le cose – lo scoprirete leggendo queste pagine – Matteo aveva barato per tutta la vita.

Autore

Beppe Lopez

ha attraversato e raccontato – da giovanissimo pubblicista, da cronista politico, da direttore di giornali e di agenzia, e infi ne da narratore e saggista – oltre mezzo secolo di storia italiana. Ha collaborato con le più importanti testate nazionali.
Ha fondato e diretto quotidiani e riviste. Ha partecipato alla fondazione di «la Repubblica». Ha diretto la Quotidiani Associati. Ha pubblicato numerosi libri di impegno giornalistico e civile, fra i quali La casta dei giornali (Stampa alternativa-Eri, 2007), racconti storici e tre importanti romanzi: Capatosta (Mondadori 2000), La scordanza (Marsilio 2008) e La Bestia! (Manni 2015).
Oggi è un attivissimo blogger e dirige il sito “Informazione e democrazia”.

Eventi

Matteo Salvatore: l'ultimo cantastorie raccontato da Beppe Lopez

Beppe Lopez presenta "Matteo Salvatore. L'ultimo cantastorie" a Molfetta e Apricena

Recensioni
Claudia Presicce, Quotidiano di Puglia, 22/08/2018

La storia di Matteo. L'ultimo cantastorie

Gazzetta del Mezzogiorno, 26/07/2018

Matteo Salvatore rapsodo pugliese della memoria

Beppe Lopez, Robinson - La Repubblica, 22/07/2018

La grande truffa del folk'n'roll

Quotidiano di Puglia, 20/07/2018

Matteo Salvatore, biografia di un cantastorie

Corriere del Mezzogiorno, 20/07/2018

Beppe Lopez presenta il suo omaggio a Matteo Salvatore

Gazzetta del Mezzogiorno - ed. Bari, 20/07/2018

Beppe Lopez oggi a Molfetta per «Storie Italiane»